FENICE DEI RIFIUTI

La compagnia Fenice dei Rifiuti nasce dall’Associazione Culturale C.T.A.S. attiva in ambito teatrale dal 2004. Fondatori della nuova compagnia sono Michela Giudici e Alessandro Veronese con Francesca Gaiazzi.

Fenice dei Rifiuti ha continuato il percorso di teatro civile iniziato dell’associazione. Spicca, tra gli altri, il progetto Teatri d’Indagine nel quale si analizzano recenti casi della storia italiana:

  • Un ritaglio di cielo vigilato coi mitra, dedicato ad Adriano Sofri.

  • L’esecuzione - Atto d’accusa verso gli assassini di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, che nel 2008 ha partecipato al Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi, con riprese televisive per il programma di RAITRE “Primo Piano”.

  • In polvere - Marco Pantani: ascesa e distruzione di un dio, portato in molte città italiane seguendo le tappe del Giro d’Italia dal 2008 al 2013. Si ricorda la replica al Teatro Comunale di Cesenatico del 2008 per la quale fu eseguita una diretta televisiva per la televisione di Stato di San Marino e trasmessa in differita su RAISAT2000.

  • Se un pomeriggio d’autunno una caldaia… - Lirica rock per PIAZZA FONTANA dove, come ormai tutti sanno, NON E’ SUCCESSO NIENTE, che ha debuttato nel 2009 presso il Teatro Ringhiera di Milano (con riprese nella stagione successiva). Dopo la partecipazione al Festival Santarcangelo dei Teatri nel 2009, la distribuzione si è concentrata negli istituti superiori di tutta Milano.

  • Più dei santi, meno dei morti - La notte in cui Pasolini, finalista della Rassegna Scintille013 del Festival AstiTeatro 2013, portato in stagione a Teatro Libero di Milano nel 2015.

 

Il linguaggio prediletto in questi spettacoli è quello della narrazione alla quale si affiancano momenti di teatro-danza e di musica originale eseguita dal vivo.

Parallelamente è proseguita la rivisitazione dei classici (come Baccanti meccaniche da Euripide e Kubrick, o Misura per misura - Il bordello del potere da Shakespeare) e il confronto con il teatro contemporaneo anglosassone e mitteleuropeo (Pinter, Kane, Brecht, Müller).

La novità nel lavoro di Fenice dei Rifiuti è rappresentata dalle scritture collettive:

  • Nunca Mas - Gente che scompare, un parallelismo tra i fatti di Bolzaneto durante il G8 di Genova del 2001 e i desaparecidos argentini. Dopo la prima selezione al Premio Scenario del 2011, ha debuttato nel 2014 a Teatro Libero di Milano.  

  • Nascondigli - Azione scenica in difesa dello scandaloso amore tra Benjamin Price e Violetta Castillo, fiaba nera sull’importanza dei sogni, presentato per la prima volta a IT Festival 2014 di Milano.  Testo vincitore della menzione speciale al Premio L’Artigogolo 2016.

  • Sacrificio del fieno, ispirato alla canzone Ciamel Amuur di Davide Van De Sfroos e ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale. Testo vincitore del premio L’Artigogolo2015.


Una parte importante della produzione della compagnia sono i corti teatrali con i quali sono stati vinti diversi premi e festival dedicati. Nel 2015 sono stati racchiusi in un unico spettacolo dal titolo Miniature.

Artisticamente, tutti i lavori sono accomunati da una commistione di generi e arti e da una predilezione per il teatro civile in tutte le sue possibili declinazioni.

Dal 2014 Fenice dei Rifiuti fa parte del consorzio TLLT che ha in gestione il Teatro Libero di Milano.

www.fenicedeirifiuti.it

seguici-su-facebook.png

TEATRO LIBERO

via Savona 10, 20144 MILANO

02 8323126 | biglietteria@teatrolibero.it

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon

La Danza Immobile srl Impresa sociale ETS

Sede legale via Savona 10, Milano. PI 02237350968

© Claudio Onofrietti 2018

Informativa sulla privacy

comune_milano_Teatro_Convenzionato_logo.
logo-ente-accreditato-regione-lombardia.
fondazione-cariplo