Erotica linea gotica

di Stefano Braschi
26-31 ottobre 2017
Tutti i giorni ore 21.00, tranne domenica ore 16.00
regia Stefano Cordella
con Monica Faggiani, Francesca Gemma, Paola Giacometti, Chiara Serangeli

produzione Teatrouvaille in collaborazione con Centro di produzione teatrale ELSINOR

Note di regia

Quando ho letto il testo per la prima volta ho subito pensato che il filo rosso di questo spettacolo dovesse essere il rapporto con il corpo. Il corpo maciullato e deformato dei soldati in guerra in contrasto con le forme e la tensione genuinamente erotica delle protagoniste. La curiosità verso il corpo dell'altro censurata dal senso del pudore e dalle rigidità culturali dell’epoca (“si fa ma non si dice”). La religione e il sesso.

Cercheremo di raccontare l'assurdità e i paradossi tragicomici di una vita che deve andare avanti nonostante la guerra approfondendo il punto di vista femminile. Quattro donne non totalmente consapevoli di quello che sta accadendo cercano di costruirsi una quotidianità mentre tutto esplode, fuori e dentro di loro.

Note di drammaturgia

Erotica Linea Gotica prende spunto dai racconti di mamme, nonne e zie sul passaggio del fronte nell'autunno 1944, ma anche da qualche racconto confuso del nonno della prima guerra. Gli orrori sono fuori della porta, ma piovono anche dal soffitto, insieme con le bombe e le granate, soldati da ogni angolo del globo bussano alla porta, soldati buoni e cattivi, vivi o morti, ma pur sempre uomini.

Ed insieme alla guerra, gli amori o i desideri d’amore, di cui i racconti delle zie, allora ragazze, erano traboccanti.

La scena è ambientata in una piccola chiesetta, adiacente alla villa padronale requisita dai tedeschi, in cui sono asserragliate una madre, una zia zitella, una figlia obbediente e una figlia “sveglia”, in una località che sembra uscita dal Pinocchio di Collodi: Cà Baccagli.

La commedia, dunque, prende spunto da storie vere, in luoghi a noi ben conosciuti, ma questa è soltanto la miccia per un'esplosione " fatta in casa" come le tagliatelle. La polvere da sparo, invece, viene fuori dalla mia testa, dalla mia dolorosa e appassionante analisi del maschile e del femminile.

Nonostante le premesse è commedia, non tragedia.

TEATRO LIBERO

via Savona 10, 20144 MILANO

02 8323126 | biglietteria@teatrolibero.it

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon

La Danza Immobile srl Impresa sociale ETS

Sede legale via Savona 10, Milano. PI 02237350968

© Claudio Onofrietti 2018

Informativa sulla privacy

comune_milano_Teatro_Convenzionato_logo.
logo-ente-accreditato-regione-lombardia.
fondazione-cariplo