ANNULLATO - Due volte Tito

Sopravvivere alla tragedia

dal 28 al 31 maggio 2020

Orari e giorni di spettacolo

giovedì - domenica ore 21.00

Biglietti

intero € 18 | under 25, over 60 e convenzionati € 13 | under 18, scuole di teatro, allievi accademie e università € 10

La crisi consiste appunto nel fatto che il vecchio muore e il nuovo non può nascere: in questo interregno si verificano i fenomeni morbosi più svariati.
Antonio Gramsci, Quaderni dal carcere, 1930

Due volte Tito, riscrittura teatrale a partire dal Tito Andronico di Shakespeare, parte dalla conclusione della tragedia: tra le rovine di un mondo che non esiste più c’è un solo sopravvissuto, il figlio di Aronne.


C’è in lui la possibilità di porre fine alla spirale di violenza che ha distrutto il mondo in cui è nato. Qui si inserisce la necessità di un racconto e di nuovi narratori che sappiano tramandare ciò che è stato. Un coro di quattro attori racconterà la storia degli Andronici e, così facendo, restituirà al bambino la possibilità di costruire il proprio futuro a partire dalla conoscenza del proprio passato.

Leggendo il Tito Andronico ci siamo trovate di fronte a un mondo senza punti di riferimento, in cui i figli faticano ad emergere e a trovare una propria strada. Abbiamo rinvenuto nell'opera di Shakespeare una vicinanza con la nostra generazione, con la nostra condizione di eterne figlie, in una società precaria in cui è faticoso raggiungere una propria indipendenza.

Siamo partite dalla difficoltà di lasciare andare i padri e di portare avanti un processo di crescita ma anche di rottura con il passato. Attraverso Due volte Tito ci interroghiamo sul nostro futuro: cosa possiamo fare di quello che abbiamo ricevuto? Se i genitori sono responsabili dell’eredità che lasciano, i figli hanno la responsabilità di criticare e interpretare l’eredità ricevuta.

riscrittura del

Tito Andronico

di

William Shakespeare


drammaturgia

Francesca Mignemi

Eleonora Paris

con

Francesco Aricò

Alberto Malanchino

Marta Malvestiti

Martina Sammarco

regia

Virginia Landi

scene

Laura Pigazzini

TEATRO LIBERO

via Savona 10, 20144 MILANO

02 8323126 | biglietteria@teatrolibero.it

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon

La Danza Immobile srl Impresa sociale ETS

Sede legale via Savona 10, Milano. PI 02237350968

© Claudio Onofrietti 2018

Informativa sulla privacy

comune_milano_Teatro_Convenzionato_logo.
logo-ente-accreditato-regione-lombardia.
fondazione-cariplo